Le abitudini rendono il tuo bambino sicuro, ma non sempre ce la si fa: niente paura tutto nella norma!

sonno-bambini

Si, ok, mettere nella stessa frase bambino e routine è un perfetto esempio di ossimoro, ma i bambini hanno bisogno di abitudini: vogliono sapere cosa faranno domani, anche se poi i piani cambieranno.

Se la tua giornata-tipo è molto diversa da quella che ti descrivo qui sotto non ti preoccupare, è normale! Questa è solo una piccola guida di quello che la giornata-tipo di un bambino potrebbe includere, ma ovviamente devi fare quello che funziona meglio per il tuo bambino.

La struttura del sonno

Una routine tipica di sonno/veglia in un bambino fra 1 e 2 anni è simile a questa:

  • 7.30 Sveglia
  • 14.00 Riposino
  • 15.00 Sveglia
  • 20.30 Nanna

Alcuni giorni però diventa più simile a questa:

  • 5.00 Sveglia
  • 6.00 Giocare nel lettino, canticchiando e svegliando tutti
  • 10.30 Addormentarsi completamente stanchi un attimo prima della merenda
  • 11.30 Sveglia
  • 14.00 Niente pisolino
  • 18.00 Piangere per un’ora
  • 19.00 Addormentarsi sfiniti saltando la cena

I bambini di un anno hanno bisogno generalmente di 10-12 ore di sonno notturno, ma dipende ovviamente dalla quantità di pisolini che hanno fatto durante il giorno: la cosa migliore da fare è cogliere i primi segnali di stanchezza durante il giorno e farli addormentare prima che siano completamente esausti.

Quali sono i segnali di stanchezza?

  • Piangere
  • Voler stare in braccio
  • Non volere giocare con i giochi
  • Non voler mangiare
  • Cadere o inciampare ripetutamente

Se il tuo bambino manifesta questi segni di stanchezza ma non vuole dormire, prova a creare un momento tranquillo: leggi un libro o metti su della musica rilassante e nascondi ogni gioco stimolante o rumoroso; a volte anche un bagno caldo può aiutare a farlo rilassare per poi addormentarsi sereno.

La routine di ogni giorno

Dare una routine abbastanza definita a tuo figlio lo farà annoiare meno e ti aiuterà a trovare del tempo per te. Ecco un esempio di come potrebbe essere la giornata di un bambino:

  • 7.30 Sveglia
  • 7.45 Colazione e lavare i denti
  • 8.30 Giochi in casa o all’aperto (se esci prova a dedicare allo shopping le ore del mattino in cui il bimbo è più tranquillo)
  • 10.30 Merenda
  • 11.00 Gioco
  • 12.30 – 13.30 Pranzo (Si, a volte ci vuole un’ora! È una buona idea coinvolgere il bimbo nella preparazione del pasto: si divertirà e lo mangerà più volentieri.)
  • 14.00 – 15/16.00 Riposino
  • 16.00 – 18.00 Merenda, giochi in casa o all’aperto, da solo o con gli amichetti
  • 18.30 – 19.00 Bagnetto
  • 19.00 – 20.00 Cena e lavarsi i denti
  • 20.30 Tempo di prepararsi per la nanna, farsi le coccole e leggere un libro
  • 21.00 Nanna

Piccoli consigli per i bambini

I bambini si rilassano quando sanno cosa verrà successivamente nella loro giornata. Coinvolgeteli nel preparare i pasti, caricare la lavastoviglie, fare il bagno o scegliere il librino da leggere. Ovviamente l’avere una routine definita non vuol dire che non si può essere flessibili, ma vi accorgerete che avere una routine li renderà più pronti ad adattarsi quando saranno necessari dei cambiamenti, come magari dormire in un altro letto quando si va in vacanza o dai nonni.

Fra i 13 e i 24 mesi il tuo bimbo attraversa un periodo di enormi cambiamenti e tutto ciò che resta uguale e costante lo rassicura… ma non bisogna essere rigidi. Ricorda di osservare tuo figlio: se ha avuto una giornata dura, è normale che tu debba mettere da parte la routine e fare quello che serve per raddrizzare la giornata!

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *