Tabata è a casa.


Tabata è una famiglia. Ed è un negozio di famiglia, cioè un eShop, con tanto di Facebook, Twitter ed altri social media. Adesso è anche un blog.


Tabata è arrivata a casa, cioè sul suo blog, come un gambero: camminando all’indietro. Che poi non è niente vero che i gamberi vanno a ritroso ma l’esempio rende bene l’idea.

Il blog di Tabata

La storia era cominciata con il negozio a Varese, aperto nel 2005. Sull’insegna luminosa ovviamente c’era scritto grande e grosso:

“T-A-B-A-T-A”

Marianna e Davide si erano lanciati nell’impresa con qualche dubbio, comprensibile, perché sapevano bene di rivolgersi ad un mercato allora di nicchia. Ma avevano anche molto entusiasmo, all’idea di poter trasformare l’innata passione per bambini, natura e salute, in una concreta attività.

Prima che entrambi se ne rendessero conto, vetrine e scaffali si erano già definitivamente spostati online: Internet era ancora poco diffuso, ma si capiva che si sarebbe presto rivelata la strada più diretta per raggiungere ovunque altre persone con gli stessi interessi e grande attenzione per l’ecologia.

Solo dopo diversi anni arrivarono i social media: Facebook, poi anche Twitter e più di recente Pinterest. Per ultimo il blog, con una targa ben più piccola di un’insegna ma con su scritto, ugualmente, Tabata.

Chi è Tabata?

Se sei capitato qui per caso la domanda è del tutto legittima. Tanto più se non hai mai provato il piacere di portare un figlio addosso, se sei inconsapevole delle insidie che si nascondono dietro i residui di lavorazione di tessuti, giocattoli e abbigliamento, e se non ti sei mai chiesto quale impatto ambientale abbiano i pannolini usa-e-getta rispetto a quelli lavabili.

Tabata è una mamma, un’imprenditrice o una consulente? Oppure è il papà, diviso tra codice HTML, figlie e campagne ecologiche? E se persino fossero le due piccole, Agata e Lisa, che davvero possono ben dire di conoscere a fondo marsupi ergonomici e fasce portabebè perché ci sono state dentro fino a ieri?

Tabata in realtà è un po’ l’uno e un po’ l’altra, ed insieme un’azienda nata 8 anni fa in un piccolo borgo italiano e piano piano approdata al mercato europeo attraverso il Web. Fin dal primo giorno il suo obiettivo è tanto ambizioso quanto semplice: scegliere articoli per mamme, bambini e papà, dalla qualità certificata e riscontrabile, fatti con materiali sani e sicuri, e che sappiano distinguersi anche per utilità, comfort e solidità.

Ecco: Tabata è qualcuno di fidato ed esperto, che seleziona e prova per te i prodotti migliori, ne verifica le proprietà, si assicura che siano stati fabbricati nel rispetto delle persone e del lavoro, e che risultino assolutamente innocui per la salute delle mamme, dei papà e dei bambini.

Benvenuti nel blog di Tabata. Che poi è la sua casa. :-)

One Comment

  1. Marco on said:

    In bocca al lupo e complimenti, un blog bellissimo!

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *