Smettere di allattare a 15 mesi: racconto di una bella esperienza


Smettere di allattare sembra spesso un’impresa difficile, specie dopo un allattamento prolungato. Ma i nostri bambini hanno grandi risorse di adattamento.

Smettere di allattare - un racconto

Smettere di allattare: questa è la storia mia e di Margherita, 15 mesi.  Immaginate una relazione molto stretta tra mamma e figlia, quasi al limite del morboso (scherzo!), ma diciamo un’intesa molto speciale, costruita sicuramente anche grazie all’allattamento a richiesta dal primo istante di vita e prolungato ben oltre l’anno. Non so se ci siete passate anche voi, ma per me è arrivato un momento in cui la pratica dell’allattamento ha iniziato ad essere ambivalente: non più solo un piacere, ma anche un po’ un peso e, a tratti, addirittura un dolore fisico…

Complici alcune congiunture astrali: il primo trimestre di una nuova gravidanza, con fastidio allucinante ai capezzoli, le richieste sempre più pressanti di Margherita, che forse ha annusato il cambiamento e ancor di più non voleva mollare l’osso, i risvegli notturni placati solo dalle poppate, che mi rendevano più o meno uno zombie persino in ufficio…

Insomma, è arrivato il momento in cui smettere di allattare, sebbene a malincuore, mi è sembrata l’unica soluzione per farcela.

Smettere di allattare: quali strategie?

Per smettere di allattare la prima mossa è stata tentare di ridurre il numero delle poppate: un fallimento completo, che ha avuto l’unico effetto di rendere Margherita ancora più nervosa e richiedente.

Allora ho fatto la cosa che mi è sembrata più sensata e naturale: mi sono rivolta alla mia ostetrica di fiducia (santa subito!). Consiglio spassionato: una volta che hai riflettuto e hai deciso di smettere di allattare, il 99% delle volte è più semplice per il bambino adattarsi a una nuova routine di botto e non avere messaggi contrastanti tetta-sì, tetta-no, tetta-poco! 

Francamente ero molto scettica e preoccupata per il bene di Margherita e invece… ha funzionato: subito e senza drammi! Abbiamo aggiunto un’extra dose di coccole, inserito 2 biberon di latte vegetale e una miscela di fiori di Bach per rendere tutto più dolce… Smettere di allattare è stato più facile a farsi che a dirsi (per una volta almeno vale il contrario del famoso detto!).

E dopo la fine dell’allattamento?

Qualche momento di nostalgia rimane (da entrambe le parti!) ma siamo entrambe molto serene che fosse giunto il nostro momento per passare a un altro livello nella nostra relazione mamma/figlia. Smettere di allattare ci ha di fatto portato a trovare un nuovo equilibrio e un nuovo modo di stare insieme.

Coccole tra mamma e bambino

Da questa esperienza ho di nuovo imparato che spesso è più difficile (e crea più ansia) il pensare a come mettere in atto un cambiamento piuttosto che buttarsi (ehi, repetita iuvant!). Ma, soprattutto, che spesso sottovalutiamo i nostri bambini: hanno delle risorse nascoste che nemmeno immaginiamo.

10 Comments

  1. Bimbiuniverse on said:

    Anche x noi è stata una decisione difficile resa necessaria da una nuova gravidanza, ma non eravamo pronte tutte. Due x questo passaggio. Però devo essere sincera le poppate sono andate diminuendo a poco a poco fino a arrivare solo ad una piccola coccola serale che ho paura con la nascita della sorellina tornerà ad essere richiesta…

    • Ciao bimbiuniverse!
      Grazie per aver condiviso la tua esperienza.
      Sicuramente l’arrivo di un fratellino o di una sorellina è un momento molto delicato per tutta la famiglia, quindi anch’io mi aspetto ci saranno cambiamenti, passi indietro, nuove richieste di attenzione e affetto.
      Per quanto riguarda l’allattamento in gravidanza, e successivamente in tandem, credo sia un’esperienza talmente totalizzante che ognuna di noi deve trovare dentro di sé il proprio equilibrio insieme ai bambini…
      Ti faccio un grande in bocca al lupo per il prossimo “salto in avanti”, alla ricerca di un nuovo equilibrio!

      • Bimbiuniverse on said:

        Grazie! Non so se ti ricordi ma noi ci siamo conosciute al mamma c’è blog (abbiamo mangiato nasiere sui gradini) me ne sono resa conto solo or! Ciao

        • Ciao Bimbiuniverse! Certo che mi ricordo di te. Io sono Marianna, la mamma di Casa Tabata. Invece Marta, l’autrice di questo bel post, è nostra amica e ospite. Scriverà, insieme a me, in questo blog, sui tanti argomenti inerenti la maternità naturale e genitorialità consapevole. Grazie del tuo commento e della tua condivisione. Un grande in bocca al lupo per il nuovo arrivo e a presto!

          • Bimbiuniverse on said:

            Se ti serve un aiuto, fammi un fischio, mi farebbe piacere poter essere “ospite” anch’io! Grazie mille e un bacio

  2. Ciao, mi chiamo Monica e sono mamma di due bimbi un quasi ottenne e una quasi duenne. Grazie a Dio, avrei potuto allattare i miei figli ad oltranza e le circostanze in cui ho dovuto interrompere sono state diverse. Per il primo, ho smesso quando aveva 15 mesi, una brutta mastite e via…..io preoccupatissima gli ho offerto un bel biberon di latte e lui ha gradito immediatamente. Per la piccolina è stato più complicato; la scelta è stata dettata dal fatto che attaccarsi al seno era diventato il pretesto, per consolarsi da una caduta, da un diverbio con il fratello, il rito irrinunciabile per prendere sonno…… insomma la medicina per tutti i mali. Inoltre io ero stanca e provata soprattutto dai continui risvegli notturni. Così un giorno ho detto da oggi basta.Lei non ha affatto collaborato…… piangente e disperata, ribelle e ostinata com’è, per accettare la cosa abbiamo penato per un mesetto. Ingredienti: tante coccole e momenti di gioco . Le conquiste: il piacere di addormentarla accarezzandola, l’intensità e la forza delle emozioni che ci scambiamo in un abbraccio, gli sguardi, la comunicazione verbale.Nuovi modi di stare insieme e giocare , coerenti con la sua età.
    Non credo che ci siano regole e ricette a riguardo….. ogni mamma sentirà qual’è il momento per intraprendere questo cambiamento, a tutte auguro forza e coraggio.
    Monica.

    • Ciao Monica, grazie per aver condiviso con noi un’esperienza tanto intensa…
      A volte non fila tutto come avremmo immaginato, forse soprattutto con i secondogeniti!
      Ma vi saprò dire la mia a novembre, quando arriverò il mio numero bis… :-)
      A presto!

  3. barbara on said:

    Ciao a tutte,

    anche io ho allattato fino a 15 mesi la mia piccola.. ma per me è stato più semplice smettere..perchè è stata lei che da un giorno all’altro ha detto NO! All’inizio ci sono rimasta un po’ male ma poi abbiamo raggiunto un nuovo livello dal ns rapporto, diverso ma altrettanto intenso.
    Trovo che l’allattamento a richiesta e prolungato sia stata un’esperienza meravigliosa e.. stancante!
    in bocca al lupo a tutti
    barbara

    • Ciao Barbara!
      grazie anche a te per questa condivisione :-)
      è bello sentire tante esperienze positive, seppur molto diverse tra loro…
      E, lasciatemi dire, i nostri bambini sono davvero unici e non smetteranno mai di stupirmi!
      Sono curiosa di sentire altre storie… :-)

  4. Simona on said:

    Posso chiederti che miscela di fiori di Bach hai usato??
    Ale ha 30 mesi e vorrei aiutarlo nel distacco
    Grazie :)

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *