Natale con i bambini: 10 consigli per passare le feste senza stress


Natale non sempre fa rima con gioia e spensieratezza per i genitori di neonati e bambini piccoli… Ecco la nostra lista di consigli per vivere le vacanze con i bimbi senza stress!

Natale con i bambini: 10 consigli per sopravvivere alle feste senza stressFoto “After the party” di Jim

Il Natale con i bambini è sempre un po’ speciale…
Poco conta se nella nostra vita da single o giovane coppia eravamo della categoria allergici alle feste – contro il consumismo imperante e l’eccessiva ipocrisia del Natale moderno (confesso che io rimango ancora di quel partito). Avere dei bambini in casa cambia necessariamente lo scenario!

Quindi, via libera a riscoprire la felicità di donare, la delicatezza della gratitudine, la gioia di passare del tempo insieme… Sì. Insieme a nonni, bisnonni, zii, cugini – di primo e secondo grado, almeno – con neonati e bambini nervosi, tutti ammassati per giorni in un salotto surriscaldato, pieni di cibo e di consigli…

Ecco, allora, la nostra personalissima lista di 10 consigli dedicati ai neogenitori per sopravvivere alle feste e ritrovarsi a gennaio più rilassati e felici (ci siamo ispirate a questo post americano che dispensa preziose chicche per affrontare il Natale con un neonato senza farsi travolgere da stress e sconforto).

1. Preparate un piano (e una fascia porta bebé!)

Se avete un neonato o un bambino piccolo, avete bisogno di proteggerlo e proteggervi. La routine quotidiana sarà sicuramente modificata, ma cercate di mantenere un ritmo – sia per voi che per il bambino – di attività, momenti tranquilli, merende sane e nanna.

Mettete dei paletti e fate solo ciò che vi fa sentire a vostro agio, che sia allontanarvi per allattare o far riposare meglio il bambino, oppure lasciarvi coccolare dalla famiglia.
La fascia porta bebé o il marsupio hanno salvato tanti cenoni della Vigilia dallo sfacelo, parola di Tabata!

2. Lasciate che siano gli altri ad occuparsi di tutto e pensate solo al vostro bambino

Non prendetevi impegni organizzativi per il pranzo di Natale o la cena della Vigilia: lasciatevi viziare da nonni e zii e occupatevi solo del vostro neonato.

Passare del tempo di qualità con i vostri bambini, senza l’assillo di lavoro, cucina e pulizie vi farà guadagnare in salute e godere appieno delle feste. Sconvolgere completamente la routine di un neonato e, se allattate, allungare troppo gli orari tra una poppata e l’altra può portare a una diminuzione della produzione di latte.

Riunioni affollate, distrazioni per i neonati, pause più lunghe > meno latte > più stress.
Meglio di no, grazie ;-)

3. Prendetevi del tempo per voi, soprattutto a Natale

Consiglio apparentemente contrario al precedente, ma altrettanto valido: a Natale, e per tutto il periodo delle feste, ci sono sempre parenti desiderosi di fare del buon babysitting a costo zero.
Cercate la zia più fidata e approfittate anche solo di un’ora di relax tutta per voi: una passeggiata nella natura, un bagno caldo o del sano sonno naturale…
Tornerete rigenerate e pronte ad affrontare le riunioni di famiglia con lo spirito giusto!

Natale con i bambiniFoto di Suzanne Shahar

4. Tenete vicino il vostro neonato

Ricordate sempre che siete voi la comfort zone del vostro bambino.
Forse Natale è la prima vera occasione di socialità per i bambini, dove entrano in contatto con parenti che non vedono quotidianamente. Resistete alle pressioni di lasciar vagare il vostro neonato di braccia in braccia: rimanere troppo tempo senza il vostro contatto lo disorienterebbe.
Consiglio valido anche per un bambino più grandicello: prestate ascolto ad ogni suo segnale e intervenite quando vi accorgete che non è più a suo agio.

Per quanto riguarda i sonnellini dei neonati in case rumorose e in luoghi sconosciuti, provate con fasce portabebé e marsupi, successo garantito per la sanità mentale di tutti gli invitati!

5. Tracciate dei confini netti con la famiglia (e armatevi di pazienza)

Durante le riunioni di famiglia in occasione del Natale, preparatevi a sentire tutte le perle di saggezza di madri, suocere, zie e cugine varie su come crescere il vostro bambino.
Ci sono varie possibilità, ma la più comune è che inizialmente sentirete vacillare le vostre certezze su allattamento, nanna e accudimento in genere.
Poi, i casi sono due:

  1. se siete un po’ giù di morale, vi deprimerete e vi sentirete inadeguate. Il vostro compagno dovrà spalleggiarvi e ricordarvi quanto siete magnifiche e che dovete fidarvi del vostro istinto materno.
  2. se siete agguerrite, vi verrà voglia di fare una scenata e vi metterete a citare tutte le fonti a disposizione per suffragare le vostre scelte di maternage. Il vostro compagno dovrà trattenervi per evitare di far scoppiare una faida familiare!

Noi ci siamo passate (in entrambe le situazioni, ovviamente!) e il consiglio è di fare un bel respiro e ricordarvi che solo voi sapete cosa è meglio per il vostro bimbo.
La scelta è solo vostra e del vostro compagno. Non vale la pena discutere su argomenti per cui solo voi avete voce in capitolo: imparate a dire “no” quando serve, con eleganza :)

6. Non abbiate aspettative eccessive

Spesso a rovinarci la festa sono le nostre aspettative: ci immaginiamo un’atmosfera natalizia, festosa e gioiosa, dove tutti vanno d’accordo e si comportano esattamente come dovrebbero. Cercate, piuttosto, di accettare i familiari per quello che sono, prendendo ciò che di buono c’è.

Un neonato o un bambino molte volte ci permette di entrare in relazione con la nostra famiglia di origine in modo nuovo e inaspettato, quindi il consiglio è di godere di ogni singolo momento, senza crearci troppe aspettative.

7. Mettete da parte le differenze, almeno a Natale

Se abbiamo vecchi attriti o questioni mai risolte, di certo il Natale non è il momento adatto per affrontarli. Anzi, i motivi di conflitto rischiano di acuirsi proprio quando siamo tutti più vulnerabili.
Non pretendete di risolvere divergenze proprio in occasione delle feste, ma rimandate ogni discussione.

Restate su temi di conversazione neutrali e non cogliete il guanto della sfida se venite provocati. Essere empatici, cercare di vedere le migliori intenzioni degli altri e concentrarsi su ciò che si ha in comune darà un grande esempio di civiltà ai nostri bambini e ci permetterà di godere al meglio le feste di Natale.

8. Riconoscete la tristezza e accoglietela

Che siate neogenitori con gli ormoni in gioco, che abbiate avuto una perdita di recente o un trauma, o che il periodo natalizio acutizzi il dolore per la mancanza di una persona cara, non nascondete la vostra tristezza.

Non forzate un sorriso finto: i bambini percepiscono che qualcosa non va e potrebbero sentirsi confusi. Sappiate che è assolutamente sano e normale avere sentimenti di tristezza e dolore: l’importante è accogliere queste sensazioni, esprimere il proprio dolore a una persona cara e condividere ciò che non ci fa stare bene.

Fingere e sforzarsi di essere felici può portare a sentirsi sempre più soli. Non vi fa già sentire meglio sapere che ci sono tante mamme e papà che vivono i vostri stessi sentimenti?

9. Chiedete aiuto alle amiche

Ok, non proprio tutte hanno una famiglia comprensiva e amorevole… Anzi, spesso dopo poche ore di contatto forzato molte di noi vorrebbero scappare urlando o piangere come neonati!

Ecco il momento giusto per raggiungere (almeno virtualmente) il vostro gruppo-mamme di salvataggio. Un messaggio, una foto condivisa e un paio di risate vi faranno relativizzare il momento pesante. Dopotutto, il Natale dura pochissimo e torna ben 364 giorni dopo… :)

10. E’ Natale, divertitevi come bambini!

Dopo aver preso una boccata di ossigeno, dimenticate consigli non richiesti, questioni irrisolte, cibi sullo stomaco e… divertitevi!
Godetevi ogni singolo attimo del vostro neonato, della vostra famiglia…

Provate a sperimentare il Natale attraverso gli occhi di un bambino. La magia, le luci, i colori, l’amore… Siate grate di quello che avete, e ricordate che è normale avere momenti bui, che passano e lasciano spazio a tutte le piccole cose belle che la vita ha da offrirci :)

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *