Mei Tai: cos’è e come si usa


Il Mei Tai è una tipologia di fascia porta bebè sempre più apprezzata e ricercata per la sua comodità e semplicità d’uso. Scopri cos’è, com’è fatto e come si usa.

Mei Tai: cos'è e come si usa

Il Mei Tai è un porta bebè di ispirazione asiatica (come il suo nome lascia facilmente intendere) con diverse caratteristiche che lo rendono un supporto per portare i bambini sempre più utilizzato e ricercato dai genitori.
Vediamo perchè:

  • è ergonomico ed estremamente comodo (sia per il genitore che per il bambino)
  • è pratico, immediato ed estremamente intuitivo nell’utilizzo
  • è a taglia unica
  • è un valido supporto porta bebè da usare già con i neonati (con i dovuti accorgimenti del caso)
  • è solitamente confezionato in resistente tessuto di cotone e regge perfettamente il peso crescente del bambino (fino ai 18 Kg e oltre!)
  • distribuisce molto bene il peso del bambino sui fianchi e sul busto del genitore
  • dà possibilità di portare i bambini nelle 3 posizioni canoniche: davanti, sul fianco, dietro

Sei curioso di saperne di più? Ecco tutto ciò che dovresti sapere per sceglierlo ed utilizzarlo al meglio.

Com’è fatto

Il Mei Tai è costituito da un corpo centrale rettangolare destinato a sorreggere in bambino. Dalle  estremità di questo rettangolo partono 2 coppie di bande di tessuto:

  • la prima coppia è la più corta e serve per legare il Mei Tai alla vita del genitore (si tratta, appunto, delle bande addominali)
  • la seconda coppia è la più lunga e serve per assicurare il bambino al corpo di chi lo porta: si incrocia sul busto del genitore e sotto il sederino del bambino, per poi venire annodata a bloccare e sostenere il piccolo nella fascia Mei Tai

Fascia Mei Tai: com'è fatta

Cosa distingue il Mei Tai dalla fascia porta bebè lunga?

Il Mei Tai, nel mondo del Babywearing, è considerato a tutti gli effetti una fascia porta bebè. Tuttavia, grazie al suo particolare design, si distingue in maniera sostanziale dalle fasce lunghe.
Queste (siano esse elastiche o rigide) sono supporti porta bebè “non strutturati” ovvero sono lunghe bande di tessuto da annodare intorno al corpo del portatore con modalità e legature diverse, da scegliere in base alla fase di crescita del bambino e all’esigenza del momento.

Il Mei Tai, invece, è un supporto “semi strutturato”: ha una sua struttura di base già impostata (il rettangolo e le bande di cui sopra) che, da una parte, impone dei vincoli nell’uso ma, dall’altra, ne garantisce una notevole praticità e semplicità d’uso rispetto alle fasce lunghe.

Il Mei tai è più pratico della fascia lunga?

Quanto a praticità, non c’è dubbio. Indossare un Mei Tai è più semplice e immediato che indossare una fascia lunga.
E’ proprio questo che lo rende adatto a tutte quelle persone che vogliono portare il proprio bambino per beneficiare di tutti i vantaggi del Babywearing, ma che si sentono sopraffatte dalla difficoltà iniziale di dover prendere confidenza con il mezzo ;-)

Vediamo a cosa è dovuta questa maggior praticità:

  • dal maneggiare bande di tessuto più corte rispetto alla fascia lunga (e quindi limitarne lo strascichio per terra e l’incertezza che in alcuni crea il dover gestire 5 m. o più di tessuto tutto insieme)
  • dall’avere limitati avanzi di tessuto intorno alla vita e quindi, meno ingombro
  • dal processo di legatura molto semplice e intuitivo

Inoltre, il Mei Tai è fantastico anche perchè consente una regolazione on-the-go: senza bisogno di disfare tutta la legatura, è possibile regolare l’aderenza del porta bebè semplicemente slegando le bande sulla schiena ed aggiustando il tiro senza dover togliere il bambino. Mica male, eh?

Portare un neonato nel Mei Tai

Fasce portabebè per neonati

Il supporto ideale per portare un neonato (l’abbiamo detto già svariate volte!) è sicuramente, dalla nascita e per i primi mesi, una fascia lunga: la regolazione e l’accoglienza che questa consente, sono l’ideale per i più piccoli e per un perfetto Babywearing nei i primi tempi insieme.
Ma è possibile portare tranquillamente un neonato nel Mei Tai, tenendo tuttavia presente che:

  • consente meno regolazione e meno aderenza delle fasce portabebè lunghe
  • il senso di contenimento sarà minore (soprattutto sui lati)
  • prevede meno strati di tessuto a sostegno del bambino rispetto alle fasce portabebè lunghe
  • per l’utilizzo con i neonati potrebbe essere necessario ridurre l’altezza del rettangolo centrale per adeguarlo alle ridotte dimensioni del bambino (questo è possibile risvoltando su sè stessa la banda addominale)
  • è possibile utilizzarlo con le gambine all’interno, in posizione fetale, finchè il bambino non riesce a poggiare comodamente sull’ampia seduta

In generale, comunque, sebbene perfettamente utilizzabile anche con i neonati, la fascia Mei Tai è un porta bebè d’eccellenza per portare i bambini dai 4-5 mesi in poi.

Fino a quando si può usare?

Essendo solitamente confezionato con cotone ad ordito triplo (lo stesso ordito delle fasce lunghe rigide) il Mei Tai garantisce un’ottima tenuta del peso: regge serenamente fino ai 18 Kg. (persino di più in certi casi!), il che vuol dire che si può portare agilmente anche un bambino di 3 anni o più!

Se poi le bande di tessuto che si incrociano sulla schiena sono larghe ed ampie (stile fascia lunga, per intenderci) il peso del bambino viene scaricato ancora meglio sul busto del genitore, che riuscirà a sopportarne il peso meglio e più a lungo.

Fascia porta bebè Mei Tai

In quali posizioni usarlo

Il Mei Tai è utilizzabile nelle 3 posizioni canoniche: davanti, sul fianco e dietro.
La più evidente differenza con le fasce portabebè risiede nel fatto che, con il Mei Tai,  il procedimento per realizzare la legatura è sempre lo stesso:

  1. si allaccia alla vita del portatore con le bande inferiori
  2. si posiziona il bambino
  3. si incrociano le bande superiori (prima sul busto del portatore, poi sotto il sederino del bambino)
  4. dopodichè si annodano per completare la legatura

Per maggiore chiarezza vi consiglio di consultare il Manuale di Istruzioni del BB Tai di Babylonia: lo trovo completo ed esaustivo, ricco di consigli e spunti su come indossare alla perfezione il vostro Mei Tai.
Infine, tengo molto a precisare che anche con il Mei Tai, la posizione dei bambini rivolti fronte strada (facing out) è altamente sconsigliata.

Ho soddisfatto la tua curiosità? Hai altri dubbi o domande sul Mei Tai?
Non hai che da chiedere ;-) 

One Comment

  1. virna on said:

    Articolo semplice, chiaro e ben fatto! Coi neonati è sempre meglio usare la fascia anche perchè, oltre a quello che già accennavi, il peso potrebbe non scaricare correttamente con le gambine messe all’interno del supporto…e sicuramente da Tabatashop si può trovare un’ampia gamma di fasce per tutti i gusti ;-)

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *