Coppetta mestruale: le 10 cose che avrei voluto sapere prima


Vorresti sapere di più sulla coppetta mestruale? Ecco 10 buoni motivi per cambiare il tuo modo di vivere il ciclo mestruale… in meglio ovviamente! Lettera di una donna a se stessa.

Coppetta mestruale, da quando ci sei tu niente è come prima.
Ecco perché, confidando nei poteri della tecnologia, mi scrivo questo post da sola, sperando di mandarlo indietro nel tempo a quando cincischiavo e rimandavo il tuo acquisto

Coppetta mestruale: 10 cose da sapere

Ecco il mio messaggio in bottiglia a una Me-stessa pre-coppetta mestruale:

“Cara Me-stessa, questa lettera sulla coppetta mestruale te la sei proprio meritata.

Da quando abbiamo avuto il primo ciclo – con i pantaloni bianchi della cresima! – ci è stato subito chiaro che non sarebbe stata una benedizione, nè tantomeno una cosa facile da affrontare…
Il ciclo ha portato con sé grandi poteri e grandi responsabilità, accompagnati da dolore, varie sindromi pre-post-intra-mestruali e un corredo di appiciccume e scomode soluzioni per rimediarvi. Per cui, dal futuro, ti abbraccio forte e ti dico: benvenuta!!
Essere donna è anche questo (e molto altro). E non sto ad anticiparti come sarà partorire…

Proverai gli assorbenti esterni, variando tra quelli grandi come un transatlantico a quelli super-sottili e super-inaffidabili… Ostenterai una finta sicurezza in te stessa quando ti presenterai in piscina o al mare sapendo di avere un tampone con il count-down integrato piazzato proprio lì, con il solo costume da bagno a proteggerti e sperando di riuscire a cambiarlo abbastanza di frequente (le tue speranze aggrappate ad un sottile cordino di spago…).

Ma, ti dico, le tue peripezie avranno fine. Perchè la coppetta mestruale è la soluzione.

Ciclo mestruale: la coppetta è la tua soluzione!

La coppetta mestruale è davvero una soluzione efficace?

Veniamo al punto: ci sarà un momento in cui inizierai a sentir parlare le tue amiche della coppetta mestruale… E a te sembrerà una cosa strana (inizialmente assurda), insolita, anche un po’ esotica! E rimanderai per mesi il suo acquisto, chiedendoti perché cambiare abitudini decennali proprio ora che la tecnologia ha escogitato nuovi assorbenti sempre più sottili e discreti.

Ma Stop! La coppetta è il sacro graal del ciclo mestruale. E adesso ti spiego perché:

  1. il più grande vantaggio, di cui beneficerai da subito, è un miglioramento dell’igiene: il sangue rimane all’interno del corpo e non a contatto con l’aria, non emette odori e non cambia colore. Semplicemente, la coppetta mestruale rimane lì finché non la svuoti. Puoi dimenticarti le irritazioni da contatto con la plastica degli assorbenti o il pericoloso effetto spugna del tampone che diventa terreno fertile per infezioni e batteri. La tua pelle rimane asciutta e pulita, nessun fastidio nei giorni durante e dopo il ciclo.
  2. non dovrai più tenere sott’occhio l’orologio. Se lavorerai fuori casa per molte ore (non voglio anticiparti nulla ma sappi che ti farai un mazzo mica da ridere) ecco: potrai smettere di pensare alla coppetta per un po’, senza alcun problema. Perchè la sua tenuta è davvero notevole. E questo vale anche per quando sarai in vacanza!!
  3. la coppetta mestruale è molto comoda e confortevole. Non voglio nasconderti che le prime 10 volte che la metterai e le prime 20 che la toglierai probabilmente farai qualche pasticcio e potrebbe darti un po’ fastidio. Insomma… stiamo parlando di una parte molto delicata e sensibile del corpo. Ma fidati: quando ci prenderai la mano sarà una vera passeggiata.
  4. la coppetta mestruale si compra una sola volta, ed è sempre lì a disposizione. Ad ogni ciclo. Niente richieste imbarazzanti alle amiche… niente ricerche notturne in autogrill! Quando finisci di usarla la sterilizzi e la metti via per la volta dopo. Una coppetta mestruale dura da 5 a 10 anni!
  5. la coppetta è molto ecologica. Ti stupirà, forse, scoprire come crescendo ti appassionerai ai problemi dell’eco-sostenibilità e come il tuo diventare madre ti farà guardare in modo diverso al futuro del pianeta. Scoprirai cose brutte, anche orribili, sulla gestione dei rifiuti. Capirai che usare prodotti non riciclabili e non degradabili, prodotti che utilizzi qualche ora e poi butti nella spazzatura, ha dei costi che sarai tu a pagare, anche se sul momento ti sembra una soluzione economica e indolore.
  6. a proposito di costi,  la coppetta è incredibilmente economica. Con l’acquisto degli assorbenti usa-e-getta, infatti, arriverai a spendere fino 100 € all’anno (e anche il doppio per avere i migliori sul mercato). Può sembrare una cifra ridotta, ma sono sicura che tu possa escogitare modi più divertenti di spendere questi soldi ;-)
  7. la coppetta si autogestisce durante il tuo ciclo mestruale. Non importa se è il primo giorno, l’ultimo o anche il primo giorno dopo la fine. Non devi stare a leggere nei fondi degli assorbenti per predire se il giorno dopo avrai ancora perdite e di quale entità: tanto metti sempre quella stessa coppetta mestruale. E lei, da brava, fa il suo dovere senza arrecare fastidio alcuno. Punto.
  8. la notte non è più un problema… niente risvegli da CSI scena del crimine! Anche perché, questo è giusto che tu lo sappia, incontrerai un uomo meraviglioso con cui dividerai tutte le tue notti e ti assicuro che a lui non piacerebbe trovare strane macchie o, peggio, accorgersi che indossi enormi assorbenti notturni modello ospizio…. no No NO!
  9. non so per quale motivo, ma il tuo ciclo sarà meno doloroso. Capita spesso a chi usa la coppetta: ne ho parlato anche con altre donne, ma non sono riuscita ad immaginare il perché. Forse semplicemente il suo posizionamento aiuta a mantenere distesi i muscoli e ostacolare i crampi. O forse, semplicemente, c’è un motivo più profondo che ho tenuto per ultimo…
  10. con la coppetta mestruale imparerai a conoscere meglio il tuo corpo e il tuo ciclo. Non devi aver paura del tuo sangue nè considerarlo disgustoso. Non dico che ti deve piacere ma è possibile accogliere con serenità e, perchè no, con gioia il rinnovarsi mensile della nostra capacità di creare e procreare, l’alternarsi delle fasi ormonali ed emotive.

Il regalo più grande della coppetta mestruale…

Quando il tuo ciclo mestruale non sarà più uno scomodo impedimento, quando non lo segnerai più nell’agenda per evitare di prendere impegni, sarà un grandissimo passo avanti verso l’accettazione di te stessa. E sarai una donna.”

24 Comments

  1. Ma sai che mi incuriosisce da un sacco di tempo e ancora non ho osato???

    • Sei proprio nella stessa situazione in cui io sono stata fin troppo tempo… ogni mese mi chiedo perchè ho aspettato!

      • simona on said:

        Io l’ho comprata da un po’, ma non sono mai riuscita a metterla!!!! è il mio obbiettivo per il 2014, spero di farcela prima dell’estate! o_O

        • é un ottimo proposito, ti consiglio anche di aggiungere “riuscire a toglierla prima del 2015” :) a parte gli scherzi prova a guardare il video presente in questa pagina: http://bit.ly/1aEFL3D mostra le diverse tecniche di inserimento (un po’ come fare gli origami).

          Aspetta di averla inserita bene prima di decidere se/quanto tagliare il gambo, a volte ci vuole qualche prova. Anche per farla uscire ci vuole qualche prova…

          Keep calm and Coppetta!

          • maria on said:

            Io l’ho acquistata il mese scorso. Visto che ho avuto un parto normale ho preso la grande, ma mi esce non solo il gambo, anche la parte finale, e gli slip sono sempre un po sporchi.. forse è troppo grande? O devo ancora fare pratica x l’inserimento? Anche se più su non riesco a spingerla… uff…

  2. claudia on said:

    Ne sento parlare da un sacco di amiche ma ancora non ho mai provato… appena mi ritornerà il ciclo (ho partorito da poco e ancora non ho il ciclo), proverò! ;)

  3. Elisabetta on said:

    una ragazza ha postato questa tua lettera sul gruppo facebook “donne con la coppetta”!!! che dire??? è meravigliosa!!!! sia la scrittura vera e propria, sia il messaggio che trasmette!!

  4. Rispondo a Maria: è possibile da come lo descrivi che tu abbia bisogno di fare un po’ di “ginnastica” per tonificare i muscoli dopo il parto: infatti sono loro a tenere la coppetta in posizione, altrimenti scivola verso il basso.
    Le soluzioni sono 2: se sei una persona attiva e disciplinata ti consiglio di dedicare qualche minuto ogni giorno agli esercizi Kegel (o ginnastica intima). In questo articolo trovi un interessante approfondimento su tutti i benefici: http://bit.ly/VxRfiR
    Se invece hai bisogno di un aiuto per fare una ginnastica “passiva” in cui non devi pensare a nulla ti consiglio di provare le SmartBalls http://bit.ly/VxRKt8 – devi solo ricordarti di metterle e poi fanno tutto da sole. I benefici sono ovviamente gli stessi degli esercizi.
    In generale sono pratiche che consiglio a tutte le donne perché possono aiutare a guarire da incontinenza, mestruo doloroso, migliorare le sensazioni nei rapporti e, non ultimo, tenere a posto la coppetta!

    • maria on said:

      Io ci ho riprovato ma continuo a sporcarmi e questo non mi fa sentire sicura. Anche se la coppetta si riempie, Devo sempre tenere un salvaslip…

      • Anche se avessi fatto gli esercizi tutti i giorni da quando ci siamo scritte (4 giorni) penso che dovresti darti un po’ più di tempo per allenarti :)
        Non farti abbattere, e ricordati che hanno molti più benefici che la semplice capacità di tenere la coppetta in posizione.

  5. Roberta on said:

    Coppetta forever!
    Pensate che la mia ginecologa ha detto che è dannosissima “perché non lascia defluire il sangue”. Ma va,va….
    Io continuo ad usarla alla grande!

    • Claudia on said:

      Questo è il mio primo giorno con la coppetta e mi sento già una donna nuova *_* E’ decisamente fantastica. In tutto. Spero che mi accompagni per molti anni perché già la amo :3

      Grazie per questo post, è bellissimo.

      Buona giornata <3

      • Clara on said:

        Sono le mie prime ore con lei la mia amica coppetta! È stato semplicissimo sterilizzarlo e utilizzarla si è posizionata da sola ho controllato più volte ad era necessario spingerla più in su o più in giù ma non ce stato alcun bisogno nemmeno di tagliare il gambo esce perfettamente l ultimo pezzettino! Oggi ho una laurea in serata e se tutta la mattina e il pomeriggio vanno a buon fine la userò per l evento così by by tamponi da cambiare in bagni penosamente sporchi!!! Bellissima lettera… Sono passati due anni ma è bellissima uguale!!!

  6. Pingback:Mestruazioni: le 9 cose che forse non sapevi ~ Dionidream

  7. Eleonora Pignatelli on said:

    Ciao , uso la coppetta da poco e mi ci trovo da dio , ho avuto la fortuna di azzeccare a primo colpo la coppetta adatta a me , ho preso una meluna soft con anello misura L . solo una cosa mi chiedo perché non l ho scoperta prima …. Cmq il tuo post è quello che rende meglio la meraviglia dell usare la coppetta ti cambia davvero la vjta

  8. Sara G. on said:

    Io l’ho provata solo una volta, e a parte che ho fatto fatica ad estrarla, mi sono anche sporcata molto! E’ però anche vero che era un anno fa, avevo ancora il ciclo abbondante, mentre adesso dopo una cura apposita va un po’ meglio…..però mi sono abbattuta un sacco, e ho paura a riprovare perchè non voglio rimanere delusa! :(

  9. Sabrina on said:

    Io ho un ciclo abbondante e molto doloroso. Inoltre ho avuto un parto cesareo (8 anni fa…). La coppetta va bene lo stesso?

    • Buongiorno, la coppetta è di grande aiuto anche con ciclo abbondante, andrà semplicemente svuotata più spesso! Per maggiore sicurezza si aiuti anche con un salvaslip nei giorni di maggiore flusso.
      Per la questione legata al dolore, in nessun caso la coppetta può aumentare la dismenorrea, ma purtroppo nemmeno diminuirla. Al limite può decidere di utilizzare la coppetta solo per alcune ore o per quando si trova fuori casa:
      è davvero una grande comodità! Se ha ulteriori dubbi le consigliamo questa piacevole lettura:
      https://www.tabatashop.com/io-e-la-mia-coppetta.html

      Grazie.
      Staff TABATA

  10. Sara on said:

    Io ne ho comprate due, perchè la prima che avevo acquistato era troppo poco capiente, e ho il ciclo piuttosto abbondante. Il mio ciclo sta per cominciare e voglio assolutamente provare la mia nuova Ecocup taglia 2 azzurra, che ho già sterilizzato ed è pronta nel suo sacchettino…
    Devo solo farmi coraggio e riprovare! Non voglio rimanere delusa come l’ultima volta, l’avevo messa di notte e comunque avevo sporcato tutto l’assorbente….

  11. cinzia on said:

    Avevo letto della coppetta assorbente su sorgenetenatura e già da lì mi ero incuriosita. Non so perchè subito dopo me la sono immaginata come un qualcosa di scomodo, ma a quanto pare non è così. Mi fa davvero piacere leggere tutte queste esperienza positive con la coppetta e quasi quasi la provo anche io, spero veramente che il punto sui dolori funzioni anche con me :) Una cosa non ho capito, come faccio a capire qual è quella giusta per me? Ho letto nei vari commenti che ci sono delle taglie? Grazie

  12. Elle on said:

    Bell’articolo! Anche io sono passata alla coppetta ormai da tre anni e mi è cambiata la vita! Ho creato un sito a riguardo perché vorrei che sempre più donne la conoscessero e la usassero! È davvero una rivoluzione al femminile! Ve lo lascio, se cercate qualche info più approfondita… [LINK RIMOSSO*]

  13. carla on said:

    Buonanotte…. nel senso che ho messo per la prima volta la mia coppetta oggi alle 11 della mattina e ora che è già passata l una di notte sto ancora cercando di toglierla!!!
    Ho provato distesa, in piedi, supina, prona con l utero più in alto della testa, con la ginnastica pelvica anche sulla turca ma questa stronza sta lì… la tocco con la punta del dito medio ma niente di più!
    Non riesco a prenderla con due dita meno che mai tre è troppo su…. e sono anche rilassata pensate un po!
    Dovrò chiedere giorni di congedo dal lavoro per la rimozione del sacro graal oppure cercare un ostetrica di buona volontà….. Speriamo bene!

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *