Babywearing a Milano: fasce e marsupi offrono grandi vantaggi che permettono ai genitori di superare le barriere domestiche, urbane e di mobilità.

Milano non è una città per mamme, è il titolo di un video pubblicato recentemente su Repubblica.it

Nell’articolo si denunciano le difficoltà che un genitore incontra nel muoversi nel capoluogo lombardo, in particolare usando i mezzi pubblici: impegnativo salire sul tram, impossibile trovare posto in autobus, impensabile andare a fare shopping con neonato al seguito durante le ore di punta.

Ma sarà proprio vero? La risposta dopo il filmato.

Milano Babywearing: ecco la soluzione.

Una cosa è senz’altro vera: a Milano non è facile muoversi col proprio bambino usando un tradizionale passeggino, perché le barriere (architettoniche e di mobilità) sono spesso invalicabili.

Ma c’è una soluzione: il babywearing. E Milano, come per magia, diventa una città per mamme!

Il “portare”, definizione usata da appassionati ed esperti del settore, si può fare in due modi: con le fasce portabebè o con i marsupi, rigorosamente ergonomici.

I piccoli possono essere portati dalla nascita fino a circa i 20kg di peso, vale a dire un bimbo di quasi 4/5 anni. Oggi l’offerta dei supporti portabebè è ampia ed adattabile ad ogni esigenza: fasce rigide, elastiche e marsupi ergonomici hanno da qualche anno cambiato l’idea che “spostare” un bambino sia per forza faticoso e poco pratico. Genitori sempre più attenti ed informati, praticano babywearing con i loro bambini, dimenticandosi completamente di avere un passeggino in casa!

Quali sono i vantaggi di “indossare” il bambino anziché trasportarlo su rotelle? Innumerevoli.

Per il piccolo il viaggio attraverso le strade cittadine diventa un’esperienza solo positiva, perché non perde mai il contatto con il genitore: una prassi che lo aiuta a crescere sicuro e sereno. L’alto contatto che viene promosso utilizzando i diversi supporti, è un beneficio da non sottovalutare per entrambi: il neonato è protetto da rumori molesti del traffico, e trasportato nella posizione più corretta per anche e colonna vertebrale. Ultimamente nei reparti di neonatologia degli ospedali pediatrici, medici ed ostetriche diffondono l’utilizzo delle fasce per migliorare lo sviluppo psicofisico del bambino fin dal primo giorno di vita, anche nel caso di bimbi prematuri.

Il portatore, a suo volta, troverà grande sollievo distribuendo il peso del bebè tra schiena, bacino e spalle, e potrà sempre avere le mani libere (se di figli ne avete più di uno potrebbe essere fondamentale!).

E se i piccoli da portare a spasso sono due? I vantaggi si raddoppiano, anche volendo usare un passeggino in combinazione con una fascia o un marsupio: un bimbo va sulle ruote, uno è assicurato alle spalle, al petto o ai fianchi del genitore.

Se invece siete in due a fare una passeggiata? Il papà potrà occuparsi del figlio più grande e la mamma del più piccino… e volendo potrete tenervi per mano! ;-)

Per mamma e papà manco a dirlo: salire sui mezzi pubblici e trovare posto non è affatto un’impresa. I marciapiedi alti, le scale o gli ingressi sopraelevati dei negozi non rappresentano ostacoli perché non ci sono passeggini da sollevare; il bambino è sempre a portata di mano ed è persino favorito l’allattamento, ovunque ci si trovi. Città smart, genitori smart!

Impensabile affrontare il traffico di una metropoli senza l’aiuto del babywearing.

Milano non è una città per mamme? Per niente vero: basta saper portare!

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *