10 lezioni di vita da insegnare al tuo bambino


Bambina con palloncini

I bambini fra uno e due anni sembrano ancora piccoli, ma possono imparare già tanto. Sono all’inizio della propria vita e molto di quello che ascolteranno, vedranno e impareranno in questi primi anni ne farà gli uomini e le donne che saranno.

Ovviamente nessuno di noi si ricorda di se stesso in quell’anno, ma molto di quello che abbiamo imparato allora, quasi inconsapevolmente, forma le basi di quello che siamo oggi. Ci sono delle lezioni di vita molto importanti che possono essere insegnate, sia a parole che con l’esempio, proprio durante questo anno che lascia un’impronta forte sulla vita intera.

1. Trovare un equilibrio

La giornata di un bambino è un fluire indefinito di gioco, divertimento, cibo e nanna. Anche in quest’età puoi comunque insegnare al tuo bambino a prendere tutto quello che può da ogni cosa che fa e da ogni minuto che passa. Insegnagli a non sprecare il proprio tempo, ma insegnagli anche a fermarsi ad annusare un fiore, a guardare le forme delle nuvole nel cielo o a scoprire un insetto. È tutta una questione di equilibrio: la vita è breve, va vissuta intensamente, ma assicurandosi di non perdersi le cose belle intorno a noi.

2. La felicità viene prima di tutto

Alcuni giorni scorrono in un vortice fatto di pulire, sistemare, mangiare, lavorare, fare la spesa e… sorridere pochissimo. Prenditi sempre il tempo per far ridere il tuo bambino… e ridere con lui! È la cura perfetta per tutto ciò che ti preoccupa, sorridere è lo scopo della vita, e soprattutto i bambini sono le persone più felici intorno a noi!

3. Il perdono

Noi genitori non siamo perfetti: facciamo un sacco di errori, e ci sono dei periodi in cui siamo nervosi e rischiamo di arrabbiarci troppo con i nostri bambini. È molto importante insegnare ai nostri figli che anche noi abbiamo bisogno di essere perdonati, qualche volta. Chiedere scusa a un bambino quando si è esagerato non è un segno di debolezza: al contrario, mostra loro che anche un “grande” deve restare umile e ammettere i propri sbagli.

4. La verità rende liberi

Nei bambini fra uno e due anni crescono tutte le capacità, compresa quella di raccontare bugie. La prima bugia è uno shock per i genitori, ma può diventare anche un ricordo divertente, soprattutto se l’opera di fantasia è notevole. Ogni famiglia deve stabilire quanto le bugie siano un problema, e come affrontarlo: a volte la bugia può non essere intenzionale, altre volte è più che altro un’omissione. Prenditi del tempo per insegnargli che dire la verità è molto importante, e assicurati di dirgliela sempre anche tu: è importante, per costruire una relazione basata sulla fiducia, che il tuo bambino si senta tranquillo, sapendo che può dirti sempre la verità.

5. Condividere è bello

Il concetto di condivisione non è facile da far accettare a un bambino, ma è molto importante che lo capisca il prima possibile. Si può iniziare a casa, assicurandosi che fra fratelli si condividano le cose, ma anche dando per primi l’esempio: quando condividi l’ultimo pezzetto di crostata stai dando un grande insegnamento!

6. La compassione non costa nulla

Intorno ai 12 mesi, i bambini iniziano a mostrare dispiacere per gli altri. L’empatia è una tappa miliare nello sviluppo dei bambini e si modifica in continuazione: oggi possono mostrare empatia per il turbamento di un amico, domani magari no, ma va bene lo stesso, non bisogna arrendersi! Formare un bambino sensibile ai sentimenti altrui è una grande sfida educativa, ed è una lezione di vita fondamentale.

7. Datti una mossa

Come adulti tendiamo spesso a rimuginare su situazioni ed emozioni che ci fanno solo stare male: a volte dobbiamo solo perdonare, dimenticare e passare oltre. Anche i bambini possono essere in balia di situazioni frustranti che finiscono in un sacco di lacrime e urla: la difficoltà di sviluppare nuove capacità, come quella di mettersi le scarpe o i vestiti da soli, può facilmente sfociare in scoppi di rabbia. Parla con tuo figlio e digli che è giusto che si senta arrabbiato, ma che non deve scoraggiarsi perché avrà sempre la possibilità di provarci un’altra volta.

8. Accettazione

I bambini normalmente sono esseri molto aperti alle differenze e alle diversità: quante volte hai notato che giocano con tutto e tutti? Continua a spingerli nella direzione dell’accoglienza e della tolleranza verso le persone e le cose che sono differenti, e vedrai che il tuo bimbo si relazionerà sempre meglio con tutti.

9. Balla come se nessuno ti stesse guardando

Quante volte vorresti tornare bambino per ballare senza freni, senza essere giudicato, con la musica a tutto volume? Non tutti i bambini però hanno questo momento di abbandono selvaggio: alcuni ne sono consapevoli, altri non lo sono e vanno incoraggiati e spronati a lasciarsi andare. Accertati di nutrire questa voglia di esprimersi liberamente, e il loro inserimento a scuola sarà ancora più sereno.

10. Ama appassionatamente

I bambini bramano amore e attenzioni: non è la loro caratteristica migliore? Insegnagli che un abbraccio cura qualsiasi cosa, che un bacio dà sollievo all’anima e che l’amore è qualcosa di cui avere cura sopra ogni altra cosa. E soprattutto fai capire ai tuoi figli che il tuo amore per loro è incondizionato e ci sarà sempre, oltre a ogni arrabbiatura o cattivo umore.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *