Tips & Tricks allattamento: tutto quello che c’è da sapere!

Mamma che allatta: le cose da sapere

Hai iniziato ad allattare da poco o allatti da qualche mese? Prenditi un attimo per te, mettiti comoda e leggi queste 10 cose che ogni mamma che allatta dovrebbe sapere.

1. L’allattamento per te potrebbe non essere istintivo

Ho allattato a termine mia figlia ma i primi tempi non è stata una passeggiata: si pensa che l’allattamento sia una cosa naturale per mamma e bambino, ma a volte non è così, ed è normale. Per la maggioranza di mamme a bambini l’allattamento è una cosa che si impara, con una curva di apprendimento piuttosto ripida, fra l’altro. Non ti scoraggiare e non ti avvilire se non va tutto come avevi pianificato o sperato (e fai sempre tesoro di questo atteggiamento nel tuo cammino da genitore!), ma non devi soffrirne in silenzio: chiedi aiuto all’ostetrica, a una consulente per l’allattamento o al pediatra.

2. Un seno grande non vuol dire tanto latte

Non stai ancora pensando che seno grande = litri di latte, vero? E allo stesso tempo non dare per scontato che seno piccolo = poco latte, ok?! Non funziona così, il seno non è un contenitore. Fra l’altro avere un seno grosso (ne so qualcosa) può essere un problema all’inizio dell’allattamento, quando il bimbo è ancora molto piccolo e fa fatica ad attaccarsi correttamente.

Ecco un piccolo trucco se hai un seno grande: prendi un tessuto leggero, arrotolalo come se fosse un cilindretto e mettilo sotto al seno in modo da alzarlo e rendere l’attacco, soprattutto i primi giorni, più facile.

3. Avrai due mani libere

Avere due mani libere con un neonato non capita spesso, ma mentre lo allatti sarà così! Dopo aver attaccato il bimbo al seno, mentre lui sarà disteso sul cuscino da allattamento, tu potrai leggere, mangiare qualcosa, scrivere o farti finalmente un giro su Pinterest o su Instagram. L’unico problema è che, a meno che tu non sia una di quelle così brave da allattare mentre camminano, dovrai star ferma in un posto: la libertà di usare due mani ha un prezzo, insomma.

4. Non avrai bisogno di un orologio

Il tuo seno sarà sempre puntuale! Sia che il tuo bimbo poppi ogni due ore o che lo faccia ogni quattro, il tuo fantastico seno inizierà a produrre il latte nel momento in cui ci sarà da nutrire il tuo cucciolo: un meccanismo perfetto e fantastico.

5. I tuoi seni perderanno latte

Molte mamme lo sanno già, per altre scoprire che dovranno indossare le coppette assorbilatte per non trovarsi la maglietta completamente bagnata sarà un mezzo shock… ma per fortuna che le hanno inventate! Se sei ancora nella fase preparatoria dell’allattamento ti spiego alcune cose dettate dall’esperienza, in modo da evitare imbarazzi e vestiti rovinati: soprattutto all’inizio dell’allattamento, quando la produzione di latte non si sarà ancora assestata sulle richieste del neonato, il tuo seno perderà latte e anche parecchio. Succederà fra una poppata e l’altra, succederà quando il tuo bimbo piange, succederà dopo una doccia calda, succederà mentre sei al supermercato… La soluzione per fortuna c’è, e sono le coppette assorbilatte, meglio se fatte di materiali naturali, in modo da non irritare la delicata pelle dei capezzoli.

6. Un altro bimbo che piange farà entrare in azione il tuo seno

Anche se tuo figlio è lontano dalla tua vista e dal tuo udito, sentire un altro bambino che piange potrebbe essere un segnale sufficiente per le tue tette-sempre-pronte. Poi passa, ma intanto ricordati perché le coppette sono le tue migliori amiche!

7. Bere una bevanda calda è un ricordo

Stai allattando, sei rilassata e in un momento di pace: bella l’idea di una bella tisana, vero? Ecco, lascia stare. L’allattamento e una bevanda calda non vanno d’accordo: tu pensi che il tuo bimbo stia poppando tranquillo e invece basta un niente, lui si distrae guardando quello che fai tu, si muove di colpo e hop! la tazza si è rovesciata addosso a voi due, e vi siete scottati.

Bevi tutte le tisane che vuoi fra una poppata e l’altra, ma durante la poppata facciamo acqua e basta, ok?

8. Qualsiasi sia la tua taglia di reggiseno da allattamento, prendine una in più

Ho una quarta e pensavo che il mio seno al massimo avrebbe preso un’altra taglia. Mi sbagliavo. Quando ho avuto la montata lattea il reggiseno da allattamento che avevo comprato non mi stava più e, oltre tutto, a volte un seno era più grande dell’altro, a seconda di dove poppava mia figlia (mai riuscita a staccarla a metà della poppata per farle cambiare seno…). Il primo mese avevo un seno enorme, soprattutto se paragonato alla sua testina piccola piccola.

Un seno così grande, teso, con le vene in evidenza, non è bello da vedere, lo so, ma sta facendo semplicemente quello per cui la Natura lo ha progettato quindi devi esserne fiera!

9. Le tue tette saranno anche il suo giochino preferito

Il seno non è solo fonte di nutrimento per il tuo bimbo, è anche consolazione, coccola e divertimento. Potresti vedere il tuo bimbo che dà delle piccole pacche al tuo seno mentre poppa, oppure potrebbe cercare di fare self-service tirandoti giù la maglietta mentre siete in giro: aspettati di tutto!

10. Magari allattare non ti piacerà sempre… ma è un gesto stupendo

Alcuni giorni allattare sarà dura: potrebbe farti male, potrebbe essere difficile, potrebbe essere scomodo… ma è sempre un gesto di amore puro e meraviglioso. Prenditi il tempo di guardare il tuo bambino, di sentire le tue sensazioni che si mescolano con le sue, di guardare la sua manina che tiene la tua maglietta e goditi lo sguardo innamorato che ti riserva mentre poppa: è una meraviglia che passerà più in fretta di quello che pensi.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *